iMac Pro, i primi bench mostrano risultati “mostruosi”

iMac Pro, i primi bench mostrano risultati “mostruosi”

Sono trapelati online alcuni benchmark preliminari dei nuovi iMac Pro. I risultati sono “mostruosi”.

Il nuovo iMac Pro è stato presentato nel corso della WWDC 2017, con una disponibilità in commercio a partire dal prossimo mese di Dicembre. Nelle intenzioni di Apple, l’iMac Pro rappresenta la workstation da tempo richiesta dagli utenti “pro”, una sorta di ponte tra gli iMac “normali” e il Mac Pro, la cui prossima generazione è attesa nel 2018.

I nuovi iMac Pro vanteranno processori Intel Xeon a partire da configurazioni 8 core e fino a 18 core, RAM DDR4 ECC da 32GB espandibili fino a 128GB, archiviazione SSD PCI-E a partire da 1TB configurabile fino a 4TB, grafica AMD Vega Pro 56 supportata da 8GB di memoria video HBM 2 (configurabile con AMD Vega Pro 64 con 16GB di memoria video HBM2).

Insomma caratteristiche tecniche di tutto rispetto, che lasciano presagire ottime prestazioni computazionali. Il tutto racchiuso nel “classico” formato degli iMac, che per l’occasione assume la colorazione grigio siderale.

E sul campo delle prestazione la nuova macchina sembra promettere davvero bene. Dai primi benchmark trapelati in rete, infatti, il modello intermedio, con processore Xeon W-2150B a 10 core, ha fatto registrare uno score di 5345 punti nel single core e ben 35917 punti nel test multi core di Geekbench 4. Risultati superiori del 41% rispetto al Mac Pro configurato con processore Xeon E5.

iMac Pro

Prestazioni realmente “mostruose”, tenendo conto che sono quelle della versione intermedia a 10 core. Ciò lascia ben sperare per quelle della versione a 18 core, ma soprattutto si può ipotezzare che il rinnovato Mac Pro, che ricordo di nuovo è atteso nel corso del 2018, potrà con molta probabilità stupire dal punto di vista delle prestazioni, più di quanto fatto oggi con questi primi bench trapelati dell’iMac Pro.

10
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com