Apple A10X Fusion, un concentrato di potenza!

Apple A10X Fusion, un concentrato di potenza!

Il SoC Apple A10X Fusion, che equipaggia i nuovi iPad Pro da 10,5″ e 12,9″, offre prestazioni da primato per un processore mobile.

L’azienda di Cupertino ha iniziato a sviluppare in proprio il design dei SoC che equipaggiano i suoi dispositivi mobili a seguito dell’acquisizione di PA Semi, avvenuta nell’aprile del 2008.

Il primo prodotto frutto di tale acquisizione è stato l’Apple A4, il SoC che equipaggiava l’iPhone 4 nel 2010.

Anno dopo anno abbiamo assistito a miglioramenti sia prestazionali che di efficienza con le varie generazioni che si sono susseguite, con risultati nei test che iniziano ad impensierire anche le CPU di classe desktop basate su architettura x86.

Con il nuovo Apple A10X Fusion Cupertino ha spostato ancora più in alto l’asticella delle prestazioni, migliorando i già ottimi risultati ottenuti dall’A10 Fusione, cuore pulsante della gamma iPhone 7.

Apple A10X Fusion

Come si può notare dallo screen, il nuovo SoC Apple fa segnare uno score di 3903 in single core e ben 9285 in multi core, superando tutti i dispositivi Apple compreso l’iPhone 7. Giusto per fare un paragone, anche se “azzardato” vista la differenza di architettura e destinazione d’uso, basti pensare che i valori in single core sono a livello di un Intel Core i5 serie U, mentre quelli in multi core possono essere addirittura paragonati ad un Core i5 di sesta generazione (SkyLake).

La componente GPU fa segnare uno score di ben 27477 punti, superando di gran lunga tutte le soluzioni Apple precedenti.

Il nuovo SoC Apple si dimostra quindi un ottimo processore, testimone dell’ottimo lavoro di sviluppo ed ottimizzazione di Cupertino nell’ambito della progettazione di soluzioni SoC basate su architettura ARM.

 

17
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com