processore ARM

I prossimi MacBook Pro con Kaby Lake e fino a 32GB di RAM

Il prossimo aggiornamento dei portatili Pro di Apple , atteso per l’autunno, vedrà l’arrivo della settima generazione dei processori Core.

E’ questo quanto riportato da un report di Ming Chi Kuo, analista presso KGI Securities.

Secondo il report di Kuo, l’aggiornamento annuale della gamma MacBook Pro, in arrivo nel prossimo autunno, vedrebbe l’adozione da parte di Apple dei processori Core di settima generazione, conosciuti con il nome in codice di Kaby Lake, presentati ufficialmente da Intel agli inizi di gennaio.

I processori Kaby Lake sono realizzati con un processo produttivo a 14nm e rappresentano la fase di Ottimizzazione del nuovo piano di sviluppo Intel “Processo-Architettura-Ottimizzazione” per la progettazione delle future CPU. I nuovi processori offrono prestazioni migliorate rispetto ai processore Core di sesta generazione (Sky Lake) di circa un 8-10%, con un comparto video rinnovato che prevede il supporto alla codifica/decodifica dei video HEVC completamente in hardware.

Sempre secondo il report di Kuo, inoltre, l’aggiornamento dovrebbe introdurre anche il supporto fino a 32GB di memoria RAM installabile. Gli attuali MacBook Pro del 2016 supportano fino a 16GB di memoria RAM installabile, limite imposto, secondo quanto dichiarato da Schiller, per problemi di consumo energetico. Inoltre dovrebbe anche cambiare la tipologia di memoria installabile, che passerebbe dagli attuali moduli LPDDR3 a moduli DDR4 di classe desktop. Ciò sarebbe imputabile al fatto che i nuovi chipset Intel della serie H-2xx, abbinati alle CPU Kaby Lake, non supportano la memoria LPDDR4.

Qualcuno potrebbe obiettare che la RAM desktop ha consumi maggiori, ma se l’indiscrezione che vuole l’adozione da parte di Apple di schermi con tecnologia IGZO si rivelasse giusta, il risparmio energetico ottenuto dai nuovi display compenserebbe abbondantemente il maggior consumo dei moduli di memoria.

9
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com