processore ARM

Apple annuncia il nuovo MacBook Pro con Touch Bar

Nella serata di ieri Apple ha annunciato la nuova famiglia di MacBook Pro con Touch Bar OLED.

Finalmente è arrivato. Durante l’evento “Hello again” di ieri sera, Apple ha svelato al pubblico il nuovo MacBook Pro che, come già “annunciato” dai leak susseguitisi nei giorni precedenti, introduce una barra OLED touch al posto dei tasti funzione. Non è solo questa la novità, naturalmente.

A livello di design il nuovo MacBook Pro riprende molti dei dettami stilistici introdotti con la linea MacBook Retina, quindi troviamo spessore e peso ridotti. Il modello da 13″ infatti ha uno spessore di 1,49cm per un peso di 1,37Kg, mentre il modello da 15″ ha uno spessore di 1,55cm per un peso di 1,83kg. Diminuiscono i bordi di schermo e tastiera e ciò permette ai nuovi MacBook Pro di avere dimensioni complessive inferiori rispetto alla precedente generazione.

Lo schermo Retina è ora di serie su tutta la famiglia, con le medesime risoluzioni della precedente generazione. Il pannello resta un IPS, ma troviamo una maggiore luminosità (fino a 500 nit) un contrasto superiore del 67% ed una gamma colori aumentata del 25%, con supporto allo spazio colore DCI-P3.

Anche gli altoparlanti integrati hanno ricevuto una serie di migliorie, con gamma dinamica raddoppiata, volume maggiore e bassi molto più corposi.

Il trackpad, dotato di Force Touch, presenta dimensioni raddoppiate, concedendo così più spazio per effettuare comodamente anche gesti multitouch complessi.

La tastiera adotta ora lo stesso meccanismo a farfalla di quella del MacBook Retina, aggiornato però ora alla seconda versione.

I tasti funzione sono stati sostituiti dalla novità di spicco della nuova linea MacBook Pro, la Touch Bar multifunzione.

Questa è in pratica una striscia OLED multitouch, che varia il suo contenuto proponendo le opzioni più pertinenti in base all’app che si sta eseguendo. In questo modo potremo scorrere all’interno della nostra libreria fotografica, gestire la posta elettronica, gestire le schede di Safari aperte e altro ancora, senza dover ricorrere per queste operazioni al trackpad. La nuova Touch Bar integra anche le predizioni QuickType, permettendo di completare o correggere al volo la parola che si sta digitando. Presente anche il supporto alle emoji di iOS 10, proponendole anche al posto di intere parole. Per ogni app è inoltre possibile personalizzare gli elementi che compaiono nella Touch Bar, come se fosse una classica barra degli strumenti software. Oltre ai programmi di casa Apple, anche altre aziende hanno annunciato il supporto alla nuova striscia multifunzione, tra cui spiccano nomi come Adobe e Microsoft. Infine, sarà possibile richiamare i tasti funzione tenendo premuto il tasto fisico Fn.

All’estremità destra della Touch Bar troviamo un’altra novità di questa nuova famiglia di MacBook Pro, che tornerà familiare ai possessori di iPhone ed iPad di ultima generazione: il Touch ID. Ebbene si, il sensore biometrico di Apple fa il suo ingresso nella famiglia di computer di Cupertino. Il Touch ID, di seconda generazione come quello presente su iPhone 6s/7, è protetto da un vetro zaffiro e funge anche da pulsante di accensione. Il sensore dispone di un proprio chip dedicato, l’Apple T1, al cui interno è presente la cosiddetta Secure Enclave, una sezione che racchiude e protegge le informazioni relative alle impronte digitali e ai dati di pagamento. Sfruttando l’integrazione di Apple Pay con Safari su macOS Sierra, infatti, è possibile effettuare le transazioni in modo sicuro attraverso il riconoscimento dell’impronta digitale. Il Touch ID potenzia anche il supporto alla multiutenza, visto che ogni utente può memorizzare le sue impronte digitali tanto per l’accesso al computer quanto per il cambio rapido di account: durante il keynote Phil Schiller ha mostrato come sia possibile cambiare rapidamente utente solamente poggiando il dito sul Touch ID.

Passando al parco connessioni arrivano gioie e dolori. La buona notizia è che è ancora presente il jack audio da 3,5″, mentre scompaiono il lettore SD ed il connettore MagSafe. Troviamo infatti 4 porte Thunderbolt 3 che utilizzano il connettore USB-C e supportano i protocolli Thunderbolt 3, USB 3.1 gen2 e DisplayPort 1.2.

mbp-2016-thunderbolt3

Con periferiche Thunderbolt di nuova generazione, si può arrivare fino a 40 GB al secondo nel trasferimento dati, mentre via USB si arriva a 10 GB/s. Le quattro porte possono inoltre essere utilizzate indifferentemente per ricaricare il MacBook Pro.

Passando all’interno, i nuovi MacBook Pro sono basati, a seconda della configurazione, su processori Intel Core i5 dual core e Core i7 dual e quad core di sesta generazione “SkyLake”, RAM LPDDR3 a 1866 o 2133Mhz, grafica Intel Iris Graphics 540/550 sui modelli da 13″ e Radeon Pro 450/455/460 sui modelli da 15″. La memorizzazione è affidata ad unità SSD di nuova generazione, con velocità di scrittura fino a 3,1GB/s e capienza fino a 2TB.

mbp-2016-ssd

Veniamo ora al lato dolente, che è quello relativo ai prezzi. Parto subito col dire che i nuovi MacBook Pro non sono economici.

prezzi-macbookpro-2016Il modello da 13″ base senza Touch Bar con CPU Intel Core i5 dual-core da 2,2 GHz (turbo 3,1 GHz), 8 GB di RAM 1866 MHz, SSD da 256 GB, GPU Iris 540 e due porte Thunderbolt 3 ha un  costo di € 1.749,00.

Il modello da 13″ intermedio con Touch Bar, CPU Intel Core i5 dual-core da 2,9 GHz (turbo 3,3 GHz), 8 GB di RAM 2133 MHz, SSD da 256 GB, GPU Iris 550 e 4 porte Thunderbolt 3 ha invece un costo di € 2.099,00

Il modello da 13″ top  con Touch Bar, CPU Intel Core i5 dual-core da 2,9 GHz (turbo 3,3 GHz), 8 GB di RAM 2133 MHz, SSD da 512 GB, GPU Iris 550 e 4 porte Thunderbolt 3 ha un costo di € 2.299,00.

Il modello da 15″ base con Touch Bar, CPU Intel Core i7 quad-core da 2,6 GHz (turbo 3,5 GHz), 16 GB di RAM 2133 MHz, SSD 256 GB, GPU AMD Radeon Pro 450 con 2 GB di VRAM e 4 porte Thunderbolt 3 ha un costo di € 2.799,00.

Il modello da 15″ top con Touch Bar, CPU Intel Core i7 quad-core da 2,7 GHz (turbo 3,6 GHz), 16 GB di RAM 2133 MHz, SSD 512 GB, GPU AMD Radeon Pro 455 con 2 GB di VRAM, 4 porte Thunderbolt 3 ha un costo di € 3.299,00.

27
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com