Adesso tocca ai Mac, parola di Tim Cook

Adesso tocca ai Mac, parola di Tim Cook

I computer desktop e portatili della casa della Mela non ricevono aggiornamenti corposi da un bel pò di tempo. 

Ma l’attesa sembra destinata a finire nel giro di poco tempo. Ad affermarlo è lo stesso Tim Cook, CEO dell’azienda californiana, in risposta alla mail inviatagli da un lettore del noto sito MacRumors.

tim-cook-mac-email

Cook, come si può notare dall’immagine che ritrae la mail in questione, ha espressamente dichiarato che Apple è “molto impegnata” nei Mac e di “rimanere sintonizzati” per gli aggiornamenti.

Diamo assieme un’occhiata in dettaglio all’attuale offerta Mac ed a tutti gli ultimi rumors sui futuri aggiornamenti, ricordando che recentemente Intel ha rilasciato i processori Core di settima generazione, conosciuti con il nome in codice di Kaby Lake.

MacBook

La linea di portatili ultra sottili di casa Apple ha ricevuto un aggiornamento abbastanza di recente, con l’adozione dei processori Core m basati sull’architettura Core Sky Lake di sesta generazione. Nonostante Intel abbia presentato i nuovi processori basati su architettura Kaby Lake ritengo sia abbastanza improbabile un aggiornamento della linea MacBook nell’immediato. Più plausibile che ciò avvenga nel corso della prossima primavera, anche se non mi dispiacerebbe essere contraddetto.

Macbook2016-colorazioni

 

MacBook Air

L’ex peso piuma di Cupertino, che ha inaugurato la linea degli ultraportatili in generale, è stato dato più volte al capolinea, vista la presentazione dei MacBook. A quanto pare però Apple sembra voler puntare ancora sulla linea Air, che obiettivamente può dare ancora grosse soddisfazioni agli utenti. I modelli attualmente in commercio sono basati sull’architettura Core di quinta generazione, con grafica integrata Intel HD Graphics 6000. Apple potrebbe dare una rinfrescata alla linea implementando gli ultimi processori Core di settima generazione ed adottando gli ultimi standard in fatto di connessioni, quindi USB-C 3.1 gen2 e Thunderbolt 3.

MacBook Pro

Passando alla gamma di portatili rivolti all’utenza più esigente di casa Apple, i MacBook Pro versano in uno stato transitorio da troppo tempo, annoverando processori di differenti generazioni. I MacBook Pro Retina da 13″ montano infatti processori Core di quinta generazione, basati quindi su architettura Broadwell, mentre i fratelli maggiori da 15″ montano addirittura processori basati su architettura Core di quarta generazione, quindi Haswell. Questa situazione è dovuta al ritardo accumulato da Intel nel rilasciare processori quad-Core per l’ambito mobile basati su architetture di più recente generazione. Tale situazione però è destinata a cambiare a breve, con l’offerta Intel pronta a soddisfare le esigenze di Cupertino sia con processori Core di sesta generazione “Sky Lake” sia, a quanto pare, con processori Core di settima generazione “Kaby Lake”. Questi ultimi non sono stati ancora annunciati dalla casa di Santa Clara nella loro variante ideale per l’inserimento nei nuovi portatili di Cupertino, ma secondo le ultime indiscrezioni Apple sarebbe riuscita ad avere una esclusiva temporale su questi processori, così da essere pronta a stretto giro per l’annuncio del nuovo parco macchine. I nuovi MacBook Pro avranno, sempre secondo quanto trapelato finora, anche una estetica completamente rinnovata, con uno spessore ridotto e l’abolizione della fila di tasti funzione, sostituiti da una barra OLED completamente programmabile a livello di funzionalità. Si vocifera addirittura dell’introduzione di varianti colorate di chassis, alla stregua dei MacBook, iPhone ed iPad, ma ritengo che ciò sia difficile venga implementato da Apple, visto il target di utilizzo di queste macchine. Avremo inoltre l’introduzione delle porte USB-C di tipo 3.1 di seconda generazione, con supporto anche dello standard Thunderbolt 3.0, GPU basate su architettura AMD Polaris 11 e nuovi SSD su bus PCI Express con prestazioni migliorate in lettura/scrittura.

Foto di una presunta scocca dei nuovi MacBook Pro 2016

Foto di una presunta scocca dei nuovi MacBook Pro 2016

iMac

L’attuale offerta dell’all-in-one per antonomasia vanta anch’essa l’utilizzo di due diverse generazioni di processori Core. Per i modelli da 21,5″, nella varianti Retina e non, vengono adottati processori Core di quinta generazione “Broadwell”. Nei modelli con schermo da 27″ troviamo invece i più recenti processori Core di sesta generazione “Sky Lake”. Per quanto riguarda i futuri modelli non sono trapelate finora molte indiscrezioni, ma dalle voci circolanti i nuovi iMac potrebbero subire un piccolo restyling estetico, oltre ad adottare processori Core di settima generazione “Kaby Lake” (sempre in anteprima temporale, i modelli per notebook e desktop di Kaby Lake non sono attesi prima di gennaio 2017), grafica rinnovata basata su architettura AMD Polaris 11, memorie DDR4, nuovi SSD PCI Express con velocità di lettura/scrittura incrementate e l’introduzione delle porte USB-C 3.1 gen2, anche con protocollo Thunderbolt 3.0.

Mac Pro

Il sistema dedicato ai professionisti di casa Apple è praticamente immutato a livello hardware da quasi 3 anni, cioè dall’annuncio della rinnovata versione nell’ottobre del 2013. Se Apple vorrà mantenere una presenza nell’ambiente “pro” dovrà assolutamente rinnovare tale macchina, con nuovi processori Intel Xeon e nuove schede grafiche professionali, che andranno a sostituire le ormai “vetuste” FirePro D300, D500 e D700. Anche in questo caso dovremmo avere l’introduzione del nuovo USB-C 3.1 gen2 e del Thunderbolt 3.0.

Mac Mini

Il piccolo di casa Apple vive una lenta agonia. Lanciato come modello d’ingresso del mondo Apple nel 2005, si è negli anni evoluto, fino a trovare posto come server o addirittura HTPC. L’attuale offerta si basa su processori Core di quarta generazione “Haswell” con grafica integrata Intel HD Graphics 5000 o Iris Graphics. Anche in questo caso Apple potrebbe implementare i nuovi processori Intel Core di sesta o settima generazione, aggiornando anche il parco connessioni con USB-C 3.1 gen2 e Thunderbolt 3.

 

47
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com