Intel, dal “Tick-Tock” al “Process-Architecture-Optimization”

Intel, dal “Tick-Tock” al “Process-Architecture-Optimization”

Il gigante di Santa Clara delinea una nuova strategia per lo sviluppo delle future CPU.

A partire dall’inizio del 2006, quindi in pratica dieci anni fa, con l’introduzione dei processori basati sulla Intel Core Microarchitecture, Intel annunciò una strategia di sviluppo per le future CPU denominata “Tick-Tock”. La fase di “Tick” era caratterizzata dall’introduzione di un nuovo processo produttivo, mentre la fase di “Tock” consisteva nell’introduzione di una nuova architettura di processore, con entrambe le fasi distanziate da 12 mesi.

Generazioni di processori Intel

Generazioni di processori Intel

Come si può notare dall’immagine sopra, nel corso degli anni la strategia “Tick-Tock” ha funzionato bene sino all’avvento della tecnologia a 14nm. L’evoluzione delle tecnologie litografiche ha portato una naturale riduzione delle dimensioni dei transistor, cosa che ha reso lo sviluppo e la messa a punto delle tecniche litografiche più difficoltoso. Come possiamo notare sempre dalla roadmap dell’immagine sopra, saranno ben 3 i processori prodotti con la tecnologia a 14nm, 2 dei quali rappresentano la fase “Tock”, quindi una nuova architettura di processore.

Intel ha così deciso di adottare nello sviluppo dei futuri chip un approccio più “pacato”, che vede tre fasi al posto delle due precedenti: Process-Architecture-Optimization. Avremo quindi un nuovo processo produttivo, una nuova architettura e poi una ottimizzazione della stessa, tutto questo lungo un arco temporale di almeno tre anni.

Intel-Tick-Tock

Il nuovo schema di sviluppo approntato da Intel permetterà alla stessa di ottimizzare i processi produttivi, riuscendo comunque a fornire aggiornamenti di prodotto con cadenza annuale. I primi prodotti ad utilizzare questo nuovo approccio sono quelli che utilizzano la litografia a 14nm, quindi Broadwell (Process), Skylake (Architecture) e Kaby Lake (Optimization). Toccherà poi al nuovo processo a 10nm, i cui primi esponenti saranno i chip della famiglia Cannonlake, attesi al debutto nel 2018.

Noi nel frattempo attendiamo con ansia l’adozione dei chip Skylake sulla attuale gamma desktop e portatile da parte di Apple, confidando in un annuncio a ridosso o durante la WWDC 2016 nel prossimo mese di giugno.

44
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com